Guardians of Bologna: Vol. 2

La seconda edizione del nostro torneo fantasy Guardians of Bologna è andata!
Questo week-end pieno di emozioni ci ha permesso di vivere il perfetto clima per ricominciare la stagione al meglio. Anche quest’anno decine di giocatori e giocatrici di Quidditch provenienti da tutto il mondo si sono riunite a Bologna per partecipare al torneo organizzato dalla nostra squadra.
I Guardiani per questa seconda edizione sono stati chiamati a combattere sotto i nomi dei Segreti di Bologna!
La nostra città è piena di curiosità, spesso nascoste qua e là sotto il naso della gente e da queste hanno tratto ispirazioni le squadre che si sono sfidate sui campi del Centro Sportivo Pier Paolo Bonori:

Lost in the Echo”, dedicata al segreto direttamente nel cuore pulsante di Bologna.
Sotto il voltone del Podestà a 4 arcate è possibile comunicare da una parte all’altra semplicemente dandosi la schiena e parlando verso l’angolo.
Questo è possibile perché il tutto venne costruito in epoca medievale, per permettere anche ai lebbrosi di confessare i propri peccati rimanendo ad una distanza adeguata dai frati.
Ogni segreto ha avuto una canzone dedicata, così da poter guidare i nostri Guardiani.
La canzone del “Team Bordeaux” è stata per l’appunto “Lost in the Echo” dei Linkin Park.

“Panum Resis”:” la squadra Arancione, la più misteriosa, intrigante ed antica tra tutte proprio perché i Guardiani della “Don’t be a Drop-out“ si faranno valere rappresentando uno dei segreti più datati: un’incisione latina su una delle cattedre della storica sede dell’Università di Bologna – “Panum Resis” – che sta ad indicare la conoscenza come base per ogni scelta.
Viene ritenuto il più “segreto” tra i segreti perché non si conosce l’esatta locazione di questa notissima scritta.
Ed è proprio per questo che la canzone Arancione è stata “Don’t be a Drop-out“ di “James Brown“.

“Canabis Protectio”: Guardiani della squadra Verde, l’anima del torneo, rappresentanti uno dei segreti di Bologna che più fa sorridere. Esattamente in centro a Bologna, visibile solo agli occhi dei più attenti, gli affreschi del “Canton de’ Fiori” recitano “panis vita, CANABIS PROTECTIO, vinum laetitia”. Secondo questo modo di dire medievale, si fa riferimento agli effetti curativi e protettivi della pianta ma anche e soprattutto al commercio della canapa, e Bologna era tra le città principali in Italia – nazione seconda poduttrice mondiale dopo l’Unione Sovietica. La canzone per questi Guardiani non poteva quindi che essere “Young, Wild and Free“ di Snoop Dogg & Wiz Khalifa.

“Keep Holding On”: una delle squadre più leggen- non vi muovete -daria del Guardians of Bologna!
I Guardiani della “Keep Holding On” hanno rappresentano il segreto che si trova proprio in cima alla Torre degli Asinelli!
Gira la leggenda che, posizionato dove non si possa vedere sulla parte più alta della Torre, si trovi un vaso rotto. Questo è sempre stato lasciato così perché rappresentasse la capacità di Bologna nella risoluzione dei conflitti e dei problemi.
Per questo i Guardiani hanno marciato al torneo sulle note di “Keep holding on” di Avril Lavigne!

“Just My Imagination”: I Guardiani di questo segreto sono difensori di uno degli scherzi meglio riusciti nella storia.
La squadra Blu “Just My Imagination” rappresenta infatti l’illusione del Nettuno, posto all’apice della fontana in suo onore nel centro di Bologna.
L’artista Giambologna, per sfuggire ai rigorosi dettami imposti dalla Chiesa cattolica, utilizzò un curioso gioco di prospettiva nel progettare la statua.
Se si va esattamente su una lastra di pietra nera detta “Pietra della Vergogna”, ai piedi della Sala Borsa, sarà possibile vedere come il pollice del Nettuno sembri proprio essere un fallo in piena erezione.
Ecco perché “Just My Imagination” de The Cranberries ha fatto da sottofondo ai Guardiani della squadra Blu!

“Bop to the Top”: e’ il momento di alzare lo sguardo verso il cielo, perché questi Guardiani sono delle vere stelle!
I più frizzanti di questa edizione del Guardians of Bologna. Per questo serve una doverosa presentazione, alziamo il sipario e prepariamo gli applausi per i “Bop to the Top”!
I Guardiani della squadra Nera hanno combattuto con tutte le loro forze per rappresentare un segreto per cui bisogna letteralmente sollevare la testa ed aguzzare la vista, poiché si tratta di tre frecce conficcate nel soffitto dell’antico portico di Corte Isolani.
La leggenda dalle mille versioni, vede tra le più usate tre assassini assoldati per uccidere un signorotto bolognese. Questi però vennero distratti dall’apparizione di una bella fanciulla che stava nuda ad una finestra e che, nel vederli si mise ad urlare. Preoccupati dalla possibilità di essere scoperti e distratti dallo spettacolo, sbagliarono la mira mancando il bersaglio e le frecce finirono per conficcarsi sul soffitto.
I Guardiani del team Nero, sempre pronti a farvi ballare come si deve con “Bop to the Top” di High School Musical!

“Highway to Hell”: uno dei team più importanti ovvero quello del nostro gruppo di organizzatori!
Il Guardians of Bologna vuole essere un week-end di quidditch pieno delle migliori intenzioni (e anche delle peggiori, per quanto riguarda la social!) e ci sono più persone che se ne occupano nel dietro le quinte!
Ecco perché HIGHWAY TO HELL è il “Team” dedicato a dei super Guardiani, coloro i quali vestono i panni di giocatori di giorno e di organizzatori di notte (o durante entrambe, in alcuni casi)!
Per onorarli, il segreto che non è propriamente uno dei “Sette Segreti di Bologna” ma è una delle curiosità maggiori della città: le 666 arcate che conducono dalla città direttamente al Santuario di San Luca, che spicca dalla collina proteggendo tutta Bologna.
Ecco quindi la nostra Committee: i TDs Alberto Nicolini e Gaia Leone, Alice Pelloni, Catello Nicolas Miccio, Eugenio Maroccia, Federica Zagordo, Giulia Galli, Graziano Piermanni, Mariano Martin, Mirko Barbieri, ed Oriana Pallaoro. Se il GOB VOL. 2 è stato un successo, è soprattutto grazie a loro!

Alla fine di due giornate intense, la squadra incoronata con la testa di leone mozzata che rappresenta la città di Bologna è stata la Squadra Bop to the Top! Congratulazioni!